Sapete, è geniale questa cosa che i giorni finiscono. E’ un sistema geniale. I giorni e poi le notti. E di nuovo i giorni. Sembra scontato, ma c’è del genio. E là dove la natura decide di collocare i propri limiti, esplode lo spettacolo. I tramonti.

Alessandro Baricco, Oceano Mare

E’ vero: torno a casa stanca la sera, a volte sono anche girata un po’ male o altre volte ho un po’ di ansia e preoccupazione per tutto ciò che c’è da fare. Ma non cambierei mai le mie giornate estive trascorse a fare l’educatrice con i bambini e i ragazzi. Mi sentirei vuota, ogni giornata sarebbe monotona. E invece loro le rendono speciali. Sicuramente ora comincia una strada in salita e spero di migliorare ogni giorno in ciò che faccio, di correggere i miei errori e soprattutto di crescere. Non vedo l’ora! :)

Luglio, aspetto solo te!

Perchè in alcuni momenti perdo l’entusiasmo in ciò che faccio? Perchè mi scoraggio così facilmente? Perchè mi sento sola nelle scelte che compio?
Perchè non sono convinta della mia vita? Perchè non mi sento compresa e ascoltata dalle persone più vicine a me? Cosa sta accadendo? 

Ci sono giorni, come questo, in cui per non deludere la gente rispondi a tutti “sì”… e poi ti ritrovi incasinata fino a scoppiare. Brava Giulia, continua così.

Finalmente è arrivato!! :D (Photo taken and uploaded via MOLOME )
indovinato!
Aspetto i treni, gli autobus, le persone. Aspetto che si carichino i video di youtube, il secondo tempo dei film in tv, che mi crescano i capelli, che si asciughi lo smalto. Aspetto i risultati degli esami, che arrivino le vacanze, le risposte ai messaggi, che bolla l’acqua sul fuoco… poi hanno il coraggio di dirmi che non sono paziente!
Conversazioni dalla parrucchiera...
  • Parrucchiera: ce l'hai il ragazzo?
  • Io (nella mia mente): MA I CAZZI TUOI MAI????????!!
Finalmente ho trovato come farmi due risate quando sono giù di morale: leggere gli stati della pagina “il FDM” su facebook.

Tante risate assicurate! Ahahahah

Oggi è uno di quei giorni in cui mi piacerebbe avere a fianco una persona che mi chieda come sto, come sta andando la mia vita, come procedono i vari impegni; una persona che si interessi davvero a me, che mi riesca ad ascoltare, che possa condividere con me alcuni momenti. Oggi è anche uno di quei giorni in cui mi butto giù perchè sento che quella persona non c’è.

Dopo aver passato un’intera giornata con 28 bimbi, il semplice “Grazie per quello che fate, siete proprio bravi!” detto da un genitore di un bimbo, ti ricarica talmente tanto che vorresti ripetere la giornata da capo, nonostante la stanchezza e gli imprevisti. Credo proprio che mi sentirei vuota se non facessi l’educatrice.